Pet, l’identikit del consumatore e i numeri del mercato extrafarmacia

Sono 60,3 milioni gli italiani che abitano lo Stivale e 60,2 milioni gli animali da affezione che abitano nelle loro case. In sostanza, un pet per individuo. La stima – perché nel nostro Paese ancora manca un’anagrafe nazionale degli animali domestici – arriva dall’edizione 2020 del Rapporto Assalco-Zoomark, la ricerca che ogni anno riferisce numeri e tendenze del pet in Italia. Nonostante la farmacia non rientri tra i canali di vendita messi sotto osservazione, il rapporto merita comunque una consultazione da parte dei farmacisti titolari per le analisi che propone su dimensioni e tendenze del mercato.

Per esempio, di quei 60 milioni e passa di animali d’affezione che abitano nelle famiglie italiane, circa la metà (29,9 milioni) sono pesci; seguono uccelli (12,9 milioni), gatti (7,3 milioni), cani (7 milioni) e, infine, piccoli mammiferi e rettili, che ammontano rispettivamente a 1,8 e 1,4 milioni.

Continua a leggere

Covid, negli Stati Uniti Cvs Health e Ups consegnano agli anziani con i droni

Dai prossimi giorni i 135mila residenti di The Villages in Florida, la più grande comunità residenziale per pensionati degli Usa, riceveranno i farmaci con obbligo di prescrizione tramite droni. Il servizio sarà assicurato da Cvs Health, il gruppo cui fa capo Cvs Pharmacy (la seconda catena americana di farmacie dopo Wba, con più di 9.600 esercizi) in collaborazione con Ups Flight Forward e ovviamente l’obiettivo è quello di assicurare ai pazienti il recapito di farmaci urgenti senza violare le misure di stanziamento sociale in vigore negli Stati Uniti come in Italia. Secondo quanto dichiarato dalle due compagnie, la consegna tramite droni rappresenta un’alternativa alla visita in farmacia, che resta sempre la prima scelta. Ma quando è superflua, evitarla riduce i rischi non soltanto per gli assistiti (che per l’età sono nella fascia più vulnerabile) ma anche per i farmacisti.

Continua a leggere