Da MSD Animal Health nuovi strumenti per la Farmacia Petferenziale

Con un giro d’affari che in farmacia si aggira sui 110 milioni di euro, il segmento degli antiparassitari/insetticidi rimane la categoria di prodotto più importante del comparto del farmaco veterinario. E non per caso: come rileva l’ultimo Rapporto Assalco-Zoomark, lo studio che ogni estate fotografa il mercato del pet in Italia, cresce l’attenzione dei proprietari di animali da compagnia per lo stato di salute del loro amico a quattro zampe e tra i temi che li trovano più sensibili c’è proprio la protezione dai parassiti. Conferma un altro dato proveniente dal Rapporto Assalco-Zoomark: tra i consigli che più spesso si richiedono al veterinario – dice il Rapporto – troviamo al primo posto quelli su salute e alimentazione, ma subito a seguire c’è la scelta del miglior antiparassitario. E sempre secondo la ricerca, un proprietario spende in media 60 euro al mese per questo genere di prodotti.

Ai dati che riportano i valori del segmento e l’evoluzione delle dinamiche di acquisto, va poi aggiunta la dimensione professionale: i farmaci antiparassitari sono uno dei segmenti dove il farmacista ha la possibilità di dare maggiore continuità al proprio ruolo e giocare di sponda con il medico veterinario, assieme al quale rappresenta il primo riferimento per i padroni di pet.

A ragion veduta: i parassiti intestinali di cane e gatto rappresentano una delle principali preoccupazioni dei padroni di cani e gatti e vomito/diarrea sono i sintomi che più spesso inducono il proprietario a chiedere consiglio al veterinario oppure al farmacista (se – come spesso accade – è più facile da raggiungere). Lo spiega Stefano Corbetta, consigliere dell’Ordine dei medici veterinari della provincia di Milano e consigliere della Federazione regionale ordini medici veterinari della Lombardia, nella prima uscita della rubrica sulla veterinaria in farmacia che FarmaMese pubblica da marzo in collaborazione con Msd Animal Health.

Ecco spiegato perché il progetto Farmacia Petferenziale dell’azienda farmaceutica – entrato ora nel suo secondo anno di vita – mette al centro lo sviluppo di una collaborazione tra medico veterinario e farmacista: avere davanti due professionisti che parlano la stessa lingua e propongono consigli complementari e univoci significa rassicurare i proprietari di pet e tenerli lontani dalla disinformazione di internet e social.

L’articolo sugli endoparassiti in uscita su FarmaMese diventa così una lettura proficua per il farmacista che, condividendo lo spirito del progetto della Farmacista Petferenziale, vuole fare gioco di squadra con il medico veterinario sulla salute degli amici a 4 zampe.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *